Un romanzo in cui una donna del "futuro" del 1999 parla le parole

12

Sto cercando di ricordare il nome di un romanzo / serie che ho letto a metà degli anni ottanta. Non ricordo l'autore se non che era un autore più vecchio conosciuto. Inizialmente pensavo forse a Saberhagen o Harrison, ma non riesco a trovarlo nelle loro bibliografie.

Coinvolgeva una raccolta di 4-5 persone di tempi / luoghi diversi. Il pezzo distintivo che posso ricordare è che uno di loro (non il personaggio principale) era una donna cyberpunkish del "futuro" del 1999 che parlava nel dialetto futuristico dell'inglese che gli altri personaggi, incluso il protagonista, dal "presente" ( dagli anni '80) non capisco.

Sfortunatamente, non ricordo molto altro della trama se non quella che stavano attraversando rovine.

    
posta Steven Burnap 22.01.2013 - 00:51
fonte

1 risposta

7

Penso che tu ti stia riferendo a Philip Jose Farmer's "The Dungeon Series - una raccolta di sei libri scritti da vari autori sotto il nome di PJF Questa storia steampunk-ish ruota intorno alla ricerca di Clive Folliot per il suo fratello gemello Durante la ricerca, finisce in un mondo diverso, e incontra Annie (una discendente dal futuro che parla in uno strano dialetto - lo chiameremmo leetspeak), Shriek, una creatura simile a un ragno , una creatura contorta simile a un nano e molti altri.

    
risposta data 28.01.2013 - 09:11
fonte

Leggi altre domande sui tag